Nutrizione enterale domiciliare

 

Con la nutrizione Enterale (NE), sii introducono alimenti nel tratto gastro-intestinale attraverso un accesso “artificiale”: un sondino nasogastrico o nasoduodenale (SNG o SND) oppure una sonda posizionata direttamente nello stomaco (Gastrostomia endoscopica  percutanea , PEG ) o nel primo tratto dell’intestino (digiunostomia endoscopica percutanea, PEJ), attraverso la parete dell’addome.

La PEG o la PEJ si applicano se la nutrizione artificiale deve essere prolungata per più di un mese, ad esempio nei pazienti che hanno perso la capacità di deglutire (ictus, malattie neurodegenerative).

 

Un caso particolare di nutrizione enterale è la NEP o NEC (nutrizione enterale proteica o chetogena), che viene utilizzata per il dimagrimento dei  pazienti obesi e non è  erogata a carico del Ssn.

I materiali consegnati per la nutrizione enterale sono:

 

  • Sondino naso gastrico o nasoduodenale: sottile, morbido, passa attraverso le cavità nasali e l’esofago, e termina nello stomaco o nel primo tratto intestinale.
  • Sonde (per PEG o PEJ). Dotate di un fermo interno e di uno esterno, passano attraverso la parete dell’addome da cui sporgono per alcuni cm. Richiedono disinfezione dell’accesso, medicazione periodica e verifica regolare della buona mobilità del tubo.
  • Sacche: contenitori di alimenti necessari per terapie di 24 ore.
  • Deflussori: tubi flessibili che collegano la sacca al sondino o alla sonda, oppure direttamente alla confezione di alimento. Possono essere utilizzati con nutri pompa o a gravità.
  • Piantana: sorregge la nutripompa e la confezione dell’alimento, e permette al paziente di muoversi durante la somministrazione.
  • Siringhe, cerotti e materiali per le medicazioni necessari alle operazioni di igiene dei sondini e dell’accesso della PEG o della PEJ.
  • Alimenti: in flaconi di vetro o di plastica, buste di plastica preriempite, conservabili in luogo fresco e asciutto. Le confezioni possono essere anche connesse direttamente ai deflussori. Disponibili formulazioni per pazienti pediatrici e per persone con esigenze nutrizionali speciali.
  • Nutripompa: dispositivo elettronico programmabile che assicura la somministrazione dell’alimento nel tempo, quantità e velocità desiderati.