Ventiloterapia

La ventiloterapia viene impiegata nel trattamento dell’insufficienza respiratoria.

L’insufficienza respiratoria si sviluppa quando l’apparato respiratorio, costituito da vie aeree, muscoli respiratori e parenchima polmonare, non è in grado di assicurare una sufficiente ossigenazione del sangue.

 

La ventiloterapia ha lo scopo di:

 

  • aumentare i livelli di ossigeno nel sangue
  • ridurre l’anidride carbonica sostenendo il lavoro dei muscoli respiratori

 

La ventiloterapia avviene grazie all’uso di un ventilatore, un dispositivo medico che serve per assistere artificialmente la respirazione.

Lo scopo principale di un respiratore è di aiutare o sostituire del tutto i muscoli respiratori, riducendo il consumo di ossigeno e l’eliminazione dell’anidride carbonica.



Ventilazione meccanica


Quando i muscoli impiegati nella respirazione (torace, collo, spalle, addome) sono indeboliti respirare diventa difficile o addirittura impossibile. 

L’attività di questi muscoli può essere sostituita parzialmente o completamente dall’utilizzo del ventilatore.



Ventilazione a pressione positiva


Il ventilatore esercita a livello delle vie aeree una pressione maggiore rispetto a quella atmosferica permettendo all’aria di arrivare ai polmoni.

E’ la più diffusa a domicilio.


Carta del servizio

 

 

La ventiloterapia viene adottata in caso di: