L’actigrafia è un esame semplice, non invasivo, realizzato con un piccolo braccialetto della dimensione di un orologio, che registra la presenza di movimenti e spesso di luce ambientale.

L’esame viene condotto per un periodo di 7-15 giorni e permette di identificare i momenti di sonno e quelli di veglia durante il giorno e la notte.
In questo modo, il medico riesce ad avere un quadro dell’andamento dell’insonnia, degli orari di veglia e sonno, della durata della veglia notturna, dell’andamento dei risvegli e di alcune abitudini eventualmente scorrette che alterano l’igiene del sonno (per esempio, la presenza di sonnellini diurni prolungati).

Un ulteriore vantaggio dell’actigrafia è la possibilità di misurare il sonno tenendo conto dei giorni lavorativi e dei giorni di riposo, monitorando il paziente secondo le sue abitudini di vita e in assenza di fattori che interferiscano con le caratteristiche del sonno.

Inoltre, l’actigrafia permette di valutare gli aspetti circadiani, ovvero gli orari di veglia e sonno rispetto alle abitudini sociali imposte dall’ambiente lavorativo o dai carichi familiari.

Il tracciato actigrafico può poi essere facilmente valutato da medici esperti in medicina del sonno, essere utilizzato in fase diagnostica o per il monitoraggio della terapia.

Dispositivi

ACTIGRAFO

L’Actigrafo è uno strumento per il monitoraggio del ritmo sonno-veglia, tramite un accelerometro integrato (come quello contenuto all’interno degli smartphone che consentono di ruotare lo schermo). La semplicità di utilizzo dello strumento, simile a un orologio da polso, permette al paziente di portarlo con sé a casa, indossandolo tutte le notti per 7/15 giorni.

Accompagnato da un diario del sonno, offre al medico una prima fotografia dell’andamento del sonno, utile per fare diagnosi ad esempio di insonnia

Aree terapeutiche associate

Clicca sulla patologia di interesse per approfondire tutte le informazioni correlate

Parla con noi

Numero Verde 800 014 341 Attivo 8-17 lun-ven
Help